clicca per abilitare lo zoom
searching...
Non abbiamo trovato nessun risultato.
apri la mappa
vista Roadmap Satellitare Ibrido Terreno La mia posizione A schermo intero

Ricerca Avanzata

Altre opzioni di ricerca
Abbiamo trovato 0 risultati. Vedi i risultati
Ricerca Avanzata
Altre opzioni di ricerca
abbiamo trovato 0 risultati
I tuoi risultati di ricerca

FIDENZA – PARCO ATTIVITÀ

Settore produttivo di specializzazione (destinazione d’uso)

Tipologia di Contratto/Dismissione:

Superficie lorda di pavimento totale attuale (mq):
800
Superficie territoriale totale attuale (mq):
443.000

Stato Occupazionale:

Stato manutentivo:
Ottimo
Procedura richiesta:
Altro
Indirizzo: Strada Provinciale n° 12 nel tratto compreso tra il centro urbano di Fidenza e il Casello A1 in località san Michele Campagna
Comune:
Provincia:
Nazione: Italia
Apri in Google Maps
Libero/Disponibile
Il comune di Fidenza intende dare massima priorità all'attuazione della scheda di comparto n. 07 del PSC vigente approvato a fine 2017 nella quale si è previsto la realizzazione di un “parco di attività” che definisca attraverso il suo disegno urbanistico, il collegamento tra il Polo Funzionale a prevalente destinazione commerciale del Fidenza Village e Fidenza Shopping Park con oltre sei milioni di visitatori e nel quale negli ultimi anni si sono sviluppate funzioni ricettive e direzionali e un vero e proprio distretto del food di qualità e il centro urbano. Un'area ad alta vocazione strategica che ha visto un primo step di autonoma attuazione con la realizzazione della più grande fabbrica italiana per la stagionatura, lavorazione, porzionatura e commercializzazione del parmigiano reggiano da parte della ditta Colla spa con un insediamento di 33.000 mq di SLP che sarà ultimata nel corso del 2020. Il professor Franceso Karrer coordinatore scientifico del PSC nell'ambito di un piano complessivamente rivolto al contenimento dell'uso del suolo a fini edificatori ha proposto invece l'individuazione di questa area la quale occupando suolo oggi inedificato dovrà avere caratteristiche: - di elevata sostenibilità ambientale, - di ulteriore miglioramento del quadro infrastrutturale, - di rafforzamento del sistema ecologico rappresentato dal Rio Rovacchiotto che ne costituisce confine est e dal torrente Stirone, - di ricadute occupazionali per tutto il bacino territoriale di riferimento. La valutazione di questa area in termini urbanistico territoriali, assumendo quali poli di riferimento Milano e Bologna, la vede collocata in posizione baricentrica e con la possibilità di vedersi avvantaggiata, oltre che dalla esistenza dall'insieme di servizi e attività del polo funzionale, anche dalla vicinanza dalla rete dei servizi pubblici urbani. La previsione urbanistica generale si pone come una matrice delle opportunità le cui invarianti sono attrattività di nuovi insediamenti produttivi, qualità compositiva-sostenibilità ambientale e crescita occupazionale.

L’area è collocata in modo ottimale rispetto alla viabilità di valenza territoriale: dista poco più di 700 metri dalla uscita del casello autostradale A1 ponendosi come nuovo elemento dell’asse di sviluppo costituito dal polo funzionale in ulteriore espansione del Fidenza Village e del Villaggio del Gusto.
È parte di un unico sistema che unisce il casello A1 alla stazione ferroviaria di Fidenza sull'asse strada provinciale 12 svincolo tangenziale nord via Marconi nel centro urbano. L'area è già oggi servita da bus navetta di collegamento stazione polo funzionale e nel corso del 2020 sarà realizzato il collegamento ciclopedonale in sede propria centro storico - casello A1, fruente anche di contributo regionale.
A distanza contenuta sono presenti l’aeroporto Verdi di Parma e la stazione mediopadana di Reggio Emilia della linea ferroviaria AV.

StrutturaDistanza in Km
Aeroporto:21.3
Stazione ferroviaria:1.5
Autostrada:0.7
Servizi (bus/tram):0.3
Scalo merci (interporto):16
Porto:118

• Posizione baricentrica tra i poli di Milano e Bologna
• Mix di destinazioni d’uso produttive realizzabili
• Alta connessione con reti di trasporto su gomma e ferroviarie
• Integrazione rispetto ai servizi già offerti da un polo funzionale a prevalente destinazione commerciale tra i più importanti a scala sovraregionale
• Presenza di operatori già insediati, di rilievo nazionale ed internazionale nell'area di riferimento: centro integrato del freddo del gruppo Steff, Fidenza Village del gruppo angloamericano Value Retail, nuova sede Colla Spa, Gruppo vetrario Bormioli

STATO ATTUALEArea (mq)
DA SVILUPPAREArea (mq)
Industriale:88.600
Disponibilità parcheggio:
Si
Tipo parcheggio:
Pubblico

PARCO DELLE ATTIVITA'
FOGLIO PARTICELLA

36 530
36 531
36 534
36 353
36 24
36 26
36 25
36 30
36 31
36 27
36 354
36 479
36 32
36 514
36 527

46 3
46 2
46 671

L'area è stata inserita, con le motivazioni già evidenziate, negli strumenti urbanistici comunali con il PSC adottato a marzo 2014 e definitivamente approvato a dicembre 2017 quale area produttiva di rilievo sovracomunale e con l'obiettivo di rafforzare il sistema produttivo del nostro territorio sfruttando al meglio le sinergie con il Polo Funzionale dell'area commerciale integrata, dove ai grandi insediamenti commerciali (principalmente Fidenza Village Outlet Center e Fidenza Shopping Park) negli ultimi anni si sono aggiunte destinazioni ricettive e direzionali e un distretto del food con una pluralità di operatori di target medio alto nel cuore della Food Valley. Parliamo di una pluralità di insediamenti di più di 90.000 mq di slp già costruiti e nel quale i lotti residui e le possibili addizioni consentiranno di raggiungere i 120.000 mq con impiegati ad oggi più di 1.500 addetti.
All'uscita del casello autostradale A1 di Fidenza, peraltro, a partire dal 2005 è stata anche realizzata su una area estesa 291.000 mq, immediatamente a nord del rilevato ferroviario, area produttiva di rilievo sovracomunale denominata “Centro Integrato del Freddo” e destinata a centro logistico e di confezionamento di prodotti alimentari, dal prodotto fresco fino ai prodotti surgelati, oggi di proprietà della multinazionale francese STEF.
L'inserimento nel PSC della previsione del “Parco di Attività” prevede per la sua attuazione lo sviluppo di piano attuativo che promuova adeguamento del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP) con sottoscrizione di Accordo di Programma con la Provincia e la Regione innanzitutto a certificare il carattere di rilevo sovracomunale dell'investimento e di arrivo sul territorio regionale di nuovi investimenti produttivi nazionali ed internazionali.
La rilevanza dell'area e della opportunità insite nella sua attuazione sono evidenti anche a livello di macroscala territoriale per la posizione baricentrica tra Milano e Bologna in un nodo strategico all'interno del sistema di collegamenti lungo uno degli assi a più alta vocazione produttiva del nostro paese.
Il ruolo di “nodo di scambio” di Fidenza trova le sue radici nella storia della città ed è stata rafforzata nell'ultima fase dalla capacità di porsi in modo autorevole come polo ordinatore di un vasto territorio collocato tra Piacenza e Parma.
Le scelte già leggibili nella scheda di comparto di PSC vedono, quindi, l'obiettivo attraverso gli strumenti compositivi tipici della urbanistica di connettere il centro urbano di Fidenza ed il polo funzionale del casello autostradale accettando la sfida di uso di una porzione rilevante di suolo inedificato da giocarsi sui profili della qualità dell'insediamento, della sua sostenibilità e delle ricadute positive che ciò deve determinare in modo duraturo per il territorio di riferimento comprese quelle occupazionali.
Costituiscono condizione per l'insediamento, la riqualificazione delle viabilità di servizio all'area nonché la messa in sicurezza del bacino del reticolo idrografico minore interessato dalla esecuzione del nuovo insediamento produttivo.
La scelta del piano è stata poi quella di definire le condizioni preliminari di opportunità entro un perimetro definito da corso d'acqua ad est e dalla strada provinciale di collegamento con il centro urbano ad ovest lasciando alla fase urbanistica attuativa la definizione dei caratteri più puntualmente definiti dell'area in rapporto al mix di destinazioni d'uso minime e massime previste dalla scheda di comparto anche in relazione ai meccanismi perequativi che vedono la necessità per il soggetto attuatore di acquisire diritti edificatori coerenti con la costruzione della città pubblica.
L'attuazione del parco di attività, peraltro, è parte di un unico disegno strategico il cui terminale all'interno del centro urbano è rappresentato dal riuso economico e produttivo delle aree di proprietà comunale delle bonifiche ambientali del Sito di Interesse Nazionale, SIN Fidenza di ex Cip ed ex Carbochimica: nel “Parco di Attività” possiamo rispondere all'esigenza di uno o più operatori per grandi superfici primariamente, se non esclusivamente, produttive, in ex Cip ed ex Carbochimica possiamo dare risposta alle esigenze di produzioni di classe dimensionale più contenuta ma sempre con l'obiettivo di qualificare e potenziare il sistema produttivo all'interno di un percorso di complessiva sostenibilità ambientale.

Stato attuale autorizzativo
PSC con scheda di comparto n° 07 approvato a Dicembre 2017.

Possibili trasformazioni
Come già evidenziato lo strumento urbanistico attuativo promuoverà dal basso Accordo di programma regione Provincia Comune per area produttiva di valenza regionale con adeguamento del PTCP della Provincia di Parma.

Confronta gli elenchi